Sui partigiani della brigata S.A.P. di Vallecrosia (IM)

La Villa Le Petit Rocher
Fonte: Wikimedia Commons

Prima di terminare la parte relativa al 1944 si intende fare un ulteriore accenno ai rapporti intercorrenti tra i garibaldini, i “Maquis” francesi e la missione anglo-americana.

Gli scambi di notizie e di combattenti si intensificarono con il dicembre 1944, quando il giorno 10, come riportato in Francesco Biga, Storia della Resistenza Imperiese (I Zona Liguria), vol. III, pp. 514-515, “il garibaldino Leo [nome di battaglia di Stefano Carabalona], Boia, Corsaro [nome di battaglia di Giulio Pedretti], i compagni A. Longo, G. Licasole, Katiuscia, Luciano Mannini (Rosina), L. Gastaldo ed altri per mezzo di una barca salparono clandestinamente da una località costiera di Vallecrosia (IM) e raggiunsero Villafranca [Villefranche-sur-Mer, dipartimento delle Alpes-Maritimes, oggi nella regione francese Provence-Alpes-Côte d’Azur] all’alba incolumi; quindi si insediarono nella loro base a Ville Petit Rocher [ma la Villa risulta in effetti nel comune di Beaulieu-sur-Mer]”.

Ruolo di primo piano rivestirono i partigiani della brigata S.A.P. di Vallecrosia che ebbero, tra l’altro, l’incarico di accogliere [il 6 gennaio 1945] il capo della missione alleata, il capitano inglese Robert Bentley. Quando questi giunse al comando americano “O.S.S.”, “Leo” e “Corsaro”, che nel frattempo era stato ribattezzato “Caronte”, tennero i contatti tra lui ed i partigiani della costa del ponente ligure.

… “Leo” dopo alcuni giorni di ricovero in ospedale venne fatto fuggire dalle SAP di Vallecrosia, che riuscirono ad organizzare il suo passaggio in Francia con altri quattro compagni: Renzo “il lungo”, Renzo Rossi, “Rosina” e Caronte” (o “Corsaro”, che compì ben ventisette traversate dall’Italia alla Francia).

 

tratto, p.g.c. dell’autore, Rocco Fava di Sanremo (IM), da “La Resistenza nell’Imperiese. Un saggio di regestazione della documentazione inedita dell’Istituto Storico della Resistenza e della Storia Contemporanea di Imperia (1 gennaio – 30 Aprile 1945)” – Tomo I – Tesi di Laurea, Università degli Studi di Trieste, Facoltà di Scienze della Formazione, Corso di Laurea in Pedagogia – Anno Accademico 1998 – 1999

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s